L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa
alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione
delle controversie internazionali
Art. 11 della Costituzione Italiana

Fusione Bayer-Monsanto: Golia sempre più colossale

66 miliardi di dollari per creare la multinazionale che controllerà le nostre vite

Continua

"Panela" e "chancaca" agro-ecologiche nella regione di Ucayali, in Perù

La visita del Governo Regionale di Ucayali ai produttori agroecologici

Continua

Máxima Acuña: ancora sotto attacco la contadina peruviana che difende la sua terra

A pochi mesi dal premio Goldman, la donna subisce gravi violenze

Continua Tutte le news

Right to Food and Nutrition Watch 2016: il lancio alla FAO

Il 13 Ottobre, per fare luce sulle minacce ai sistemi contadini di gestione delle sementi e sull’accelerata distruzione della biodiversità

"Vogliamo i contadini!" per Nyéléni Europe 2016

Domenica 25 settembre l'Assemblea Nazionale di braccianti, contadini e cittadini, e come sostenere la delegazioni italiana

Secondo Forum di Nyéléni Europa: "Creiamo un movimento ispiratore per la Sovranità Alimentare nell'UE".

A Cluj-Napoca, Romania, dal 26 al 30 ottobre 2016. In gioco per la Sovranità Alimentare: ecco come!

Tutti gli appuntamenti

In primo piano

La Scuola Tecnica Veterinaria di IGAD a Sheikh (ISTVS) si propone di contribuire allo sviluppo sostenibile delle zone aride e semi-aride del Corno d'Africa, attraverso l'educazione, lo sviluppo delle competenze, la ricerca, lo sviluppo e il trasferimento adeguato di tecnologie. Lanciato come un progetto nel 2002, implementato da Terra Nuova, ISTVS è un istituto di formazione superiore a tutti gli effetti, accreditato dalle università regionali e un centro di ricerca nei settori dell’allevamento e dell'agricoltura, della gestione delle risorse naturali, della socioeconomia e del commercio. Nel 2012 è stato adottato dall’IGAD come una delle sue istituzioni regionali. Grazie all’Istituto, la resilienza delle comunità sarà rafforzata, riducendo la povertà, e superando l'insicurezza alimentare e il degrado ambientale.

Continua